giovedì 8 dicembre 2016

Muffin con farina di farro integrale e carote


Oggi ho approfittato della giornata di festa per andare a fare un saluto alla mia amica Giuditta e farle gli auguri per questa sua nuova avventura. Ha infatti aperto qui a Rimini una bottega certificata biologica, SprecoZero, dove si possono trovare vari prodotti, sia alimentari che non, tutti biologici e sfusi. Io tra le altre cose ho preso della farina di farro integrale e ne ho approfittato subito per provare a fare questi muffin. Sono adatti anche ad un’alimentazione vegana, basta usare del latte vegetale al posto di quello vaccino.
Giuditta mi ha dato anche della farina di canapa da provare, penso di farci dei biscotti ma devo ancora studiare, voi avete idee?!

Per 12 muffin

250 g di farina di farro integrale
170 g di carote
100 g di zucchero di canna
110 g di latte
70 g di olio evo
50 g di nocciole tritate
1 cucchiaino di pasta di arancia
Una bustina di lievito per dolci
Vaniglia
Cannella


Grattugiare le carote in una ciotola, mescolando con un cucchiaio o con le fruste aggiungere prima il latte e l’olio e di seguito tutti gli altri ingredienti lasciando la farina e il lievito per ultimi.
Distribuire l’impasto nei pirottini e cuocere a 180° per 10/12 minuti.



giovedì 1 dicembre 2016

Crumble di mele



Per due persone

2 mele
1 cucchiaio di zucchero
Cannella e uvetta a piacere
30 g di farina
40 g di zucchero
25 g di fiocchi d’avena
15 g di nocciole tritate grossolanamente
50 g di burro freddo a pezzetti
Un pizzico di sale

Tagliare le mele a pezzetti, porle in un pentolino insieme al cucchiaio di zucchero, alla cannella e ad una manciata di uvetta e cuocere per un paio di minuti.
In una ciotola mescolare il resto degli ingredienti lavorando il burro con le punta delle dita per ottenere un composto granuloso.
Versare le mele nelle due cocottine e ricoprirle con il crumble, quindi infornare a 180° per 15/20 minuti.

A me piace mangiarlo caldo, in queste giornate fredde è un ottimo comfort food e ci si mette pochissimo a farlo. 

domenica 6 novembre 2016

Torta zucca e cioccolato


Vi metto già in guardia dicendovi che questa torta è sicuramente più buona che bella! Le decorazioni dei grandi pasticceri sembrano così facilmente riproducibili, ma in questo caso, quello che era un ordinato disordine di Knam a me è venuto un gran “spaciugamento”!!

Per il biscotto Marquise di Knam:
78 g di tuorli
68 g di albumi
235 g di zucchero
67 g di cacao
23 g di fecola di patate
Zucchero semolato

Montare i tuorli con un terzo dello zucchero e in un’altra ciotola gli albumi con lo zucchero rimanente. Unire la montata di albumi a quella dei tuorli, aggiungere anche le polveri setacciate cercando di non smontare il composto. Versare una parte del composto in una teglia tonda rivestita di carta forno per il fondo e l’altra in una teglia rettangolare per i bordi. Spolverare di zucchero semolato e cuocere a 180° per 10/12 minuti.


Per la mousse alla zucca di Teonzo:
240 g di polpa di zucca cotta (per me varietà delica)
96 g di zucchero a velo
Sale
4,8 g di gelatina
300 g di panna fresca

Per ottenere la polpa di zucca potete cuocerla tagliata a fette tenendo la buccia sia nel forno finché non è morbida oppure una decina di minuti nella pentola a pressione con il cestello. Una volta cotta staccare la polpa dalla buccia con un cucchiaio, unire lo zucchero a velo e il sale e frullarla con un mixer ad immersione fino a ottenere una purea liscia e omogenea. Una volta fredda riscaldarne poca in una ciotolina, scaldarla al microonde ed aggiungerci la gelatina precedentemente ammollata. Aggiungere questa alla restante purea e di seguito la panna semimontata.


Mousse di cioccolato di Santin:
53 g di panna
200 g di cioccolato fondente
266 g di panna

Porre in una ciotola il cioccolato fondente tritato grossolanamente, versarci i 53 g di panna liquida portata a bollore. Attendere un minuto e mescolare con una spatola controllando che il cioccolato sia completamente sciolto. Aggiungere la restante panna montata mescolando delicatamente per non smontarla.


Per il montaggio:
Porre un anello da pasticceria sul piatto da portata, foderare il fondo ed i bordi con il biscotto marquise, versarci la mousse al cioccolato e mettere tutto in frigo una decina di minuti. Riprendere il tutto e completare con la mousse di zucca. Decorare rigando la superficie con poco cioccolato fatto sciogliere con della panna.


mercoledì 26 ottobre 2016

Biscotti Anzac di Nigella



Dosi per 25 biscotti circa

100 g di burro
100 g di zucchero di canna
2 cucchiai di golden syrup (miele per me)
½ cucchiaino di bicarbonato
125 g di farina
50 g di cocco
100 g di fiocchi di avena
25 g di semi di zucca
25 g di semi di girasole
25 g di semi di sesamo

In un pentolino far sciogliere il burro con lo zucchero e il golden syrup, togliere dal fuoco e aggiungere il bicarbonato sciolto in due cucchiai di acqua bollente. Unire tutti gli altri ingredienti mescolando bene.
Aspettare che il composto si raffreddi leggermente e formare delle palline, porle su una teglia coperta di carta forno distanziandole di 3/4 cm e appiattirle leggermente.
Cuocere a 170° per 7/8 minuti.

Vi consiglio di stare attenti alla cottura in quanto avendo lo zucchero di canna passano velocemente dal “colorito” al “bruciato”!


domenica 23 ottobre 2016

Crostata al limone


Per la frolla al lime:
La frolla è questa della crostata mojito, era in freezer che reclamava di essere usata!

Stendere la frolla ad un’altezza di mezzo centimetro circa, copparla con il cerchio microforato, ritagliare delle strisce per fare il bordo e sigillarle con poca acqua. Rimettere almeno un’oretta in frigo prima di cuocerla a 160° per 15/20 minuti.

Per il lemon curd:
2 uova
60 g di burro
130 g di zucchero
2 limoni
1 cucchiaio di amido di mais

Sciogliere il burro a fuoco basso, aggiungere lo zucchero, il succo e la scorza dei due limoni, le uova e l’amido e cuocere sempre a fuoco basso continuando a mescolare. Una volta addensata versare la crema in una ciotola, coprire con pellicola a contatto e far raffreddare.

Per la crema al mascarpone e limone:
100 ml succo di limone
300 ml di latte
Scorza di limone
90 g di tuorli
100 g di zucchero
40 g di amido di mais
5,5 g di gelatina in fogli
250 g di panna
250 g di mascarpone

In un pentolino mescolare i tuorli con lo zucchero, aggiungere l’amido, il succo e la scorza di limone e per ultimo il latte. Accendere il fuoco e portare a bollore continuando a mescolare. Quando la crema si sarà addensata togliere dal fuoco, attendere un paio di minuti ed aggiungere la gelatina precedentemente ammollata. Mettere la crema in una ciotola, coprirla con della pellicola a contatto e lasciar raffreddare almeno finchénon arriva a 30°. Nel frattempo con una frusta montare la panna con il mascarpone, dopodiché unire i due composti.

Per il montaggio:

Porre il guscio di frolla sul piatto di portata, versare uno strato di lemon curd e successivamente uno strato di crema al limone per arrivare al bordo. Coprire poi la superficie con dei ciuffi di altra crema.

lunedì 17 ottobre 2016

Paninetti da colazione


Sempre alla ricerca di ricette per usare Giorgino, altrimenti si sente abbandonato e non collabora più!! Oggi è il turno di questi paninetti da colazione senza uova e senza burro, l’ideale è mangiarli tiepidi ma se vi avanzano basta passarli un attimo nel forno e ritornano come appena fatti!

335 g di farina
110 g di lievito madre
70 g di panna
150 g di yoghurt bianco
2 uova
30 ml di olio di semi
80 g di zucchero semolato
Aromi (per me vaniglia e pasta di arancio)
Sale

Nella ciotola dell’impastatrice sciogliere il lievito madre con il latte intiepidito, usando il gancio aggiungere tutti gli altri ingredienti lasciando per ultimo il sale e impastare finché l’impasto non inizia a incordare.
Si otterrà un impasto abbastanza morbido, metterlo in un contenitore a lievitare fino al raddoppio. A questo punto dividere l’impasto in palline, io le ho fatte da 80/90 grammi, e porle in una teglia ricoperta con carta forno distanziandole un poco. Coprire e lasciar lievitare nuovamente fino al raddoppio.
Spennellare con poco latte e cuocere a 180° per una decina di minuti.



lunedì 10 ottobre 2016

Crostata al cioccolato e nocciole


Per la pasta frolla al cacao di E. Knam:
150 g di burro
150 g di zucchero semolato
1 uovo
280 g di farina
25 g di cacao
6 g di lievito
Vaniglia
Sale

In una ciotola aiutandosi con un cucchiaio lavorare il burro morbido con lo zucchero; aggiungere l’uovo, la vaniglia e il sale mescolando bene. Unire la farina, il cacao e il lievito setacciati ed impastare fino ad ottenere un composto omogeneo e compatto. Avvolgerlo nella pellicola e mettere in frigo almeno 4/5 ore prima di usarlo.
Passato questo tempo stendere la frolla con il mattarello ad un’altezza di 3/4 mm e foderare una tortiera bassa da crostata.  Bucherellare il fondo con i rebbi di una forchetta e cuocere a 180° per una quindicina di minuti, meglio se dopo averlo rimesso nel frattempo in frigo.  

Per il caramello:
80 g di zucchero semolato
33 g di glucosio
70 g di burro
100 g di panna
Sale
Vaniglia

Far caramellare in un tegame lo zucchero e il glucosio, aggiungere i semini di vaniglia, il sale e il burro mescolando con un cucchiaio di legno. Aggiungere la panna portata a bollore in tre riprese facendo attenzione agli schizzi.

Per il biscotto al cioccolato di Michalak:
105 g di albume
22 g di cacao
22 g di fecola di patate
22 g di farina
105 g di zucchero semolato
97 g di tuorli
45 g di burro

Montare gli albumi a neve unendo lo zucchero semolato in tre riprese, abbassando la velocità aggiungere i tuorli. Setacciare la farina con la fecola e il cacao e unirle alla massa insieme al burro fuso mescolando con una spatola. Versare in una tortiera e cuocere a 180° per una decina di minuti.

Per la namelaka al cioccolato bianco e nocciole di Pinella:
124 g di latte
102 g di pasta di nocciole
7 g di glucosio
3,6 g di gelatina
200 g di cioccolato bianco
277 g di panna

Sciogliere il cioccolato bianco al microonde a bassa potenza e mescolarlo alla pasta di nocciole. Portare a bollore il latte con il glucosio, aggiungere la gelatina precedentemente ammollata e versare il tutto sul composto di cioccolato e nocciole in tre volte continuando a mescolare con il mixer ad immersione. Aggiungere la panna fredda continuando a mescolare e porre in frigo almeno una notte prima di utilizzare.
Prima di usare la crema darle una mescolata con le fruste.

Per il montaggio:

Porre il guscio di frolla sul piatto di portata, versare il caramello sul fondo e coprire con un disco di biscotto. Coprire la superficie con dei ciuffi di namelaka e spolverare con poco cacao amaro.